"Tin Can Mail" dell'Isola di Niuafo'ou

Dov'é Niuafo'ou?
Niuafo'ou è una minuscola isola dell'arcipelago delle Niuas, quello più a Nord di Tonga. E' quello che resta di un vulcano che si innalza ripido dal fondo dell'oceano ed all'interno di quello che era il cratere si trova un lago. Non esiste un ancoraggio sicuro per le navi.
Proprio a causa di questa inusuale geografia, Niuafo'ou usava un metodo non convenzionale per le sue comunicazioni postali conosciuto come "Tin Can Mail" (la posta nella latta).

La Leggenda della "Tin Can Mail"
Quando i commercianti di copra iniziarono ad operare sull'isola intorno alla fine del secolo scorso, un metodo di comunicazione divenne necessario. Al loro passaggio le navi gettavano fuori bordo delle scatole da biscotti in latta sigillate dentro cui c'era la posta destinata all'isola, che venivano raccolte dagli abili nuotatori nativi, che dovevano nuotare per parecchie miglia tra le onde per riportare a riva le scatole. Gli stessi nuotatori portavano alle navi la corrispondenza in partenza dall'isola nello stesso tipo di contenitori. Grazie a questo metodo unico di spedizione della posta, l'isola fu soprannominata "Tin Can Island" e le lettere spedite da questa furono chiamate Tin Can Mail.

La posta a nuoto funzionò fino nel 1931 quando uno squalo uccise un nuotatore.
Da allora la posta venne trasportata con canoe a bilanciere.

Due commercianti europei di copra che vissero a Niuafo'ou negli anni 1920 e 1930, ebbero un ruolo importante nel servizio "Tin Can Mail". Walter George Quensell è spesso associato con la "Tin Can Mail" in quanto fu uno dei primi che iniziò ad applicare numerosi timbri colorati che poi divennero famosi. Invece Charles Stuart Ramsay nuotava egli stesso per la posta durante la sua permanenza a Niuafo'ou. In seguito ad una violenta eruzione, nel mese di settembre del 1946, i 1330 abitanti furono evacuati e vennero trasferiti nell'isola di Eua, a sud di Tongatapu. Dopo parecchi anni di assenza, più di 200 abitanti originari tornarono a Niuafo'ou ed iniziarono a ricostruire le loro case e i loro villaggi. Dal gennaio 1962 l'isola ha ripreso la sua vita e sono ripresi i collegamenti marittimi con le altre isole. Nel 1983 grazie alla costruzione di un aeroporto, fu completamente eliminato il bisogno della "Tin Can Mail".

Tradotto dalla home page originale di Janet Klug TongaJan's Home Page

Ufficio del Turismo di Tonga in Italia
e-mail: info@tongaturismo.info