Ufficio del Turismo di Tonga in Italia - l'Ambiente: le balene a Tonga - Samson Cook, l'ultimo baleniere tongano
Samson Cook
l'ultimo baleniere di Tonga

A Tongatapu vive ancora l'ultimo discendende di una delle poche famiglie di balenieri tongani, si chiama Samson Cook, è il nipote di Andrew Edward Cook, un baleniere mezzo maori e mezzo americano che arrivato dalla Nuova Zelanda si stabilì a Tonga intorno al 1890 e sposò una ragazza tongana di Ha'apai. Costruì la prima baleniera tongana simile in forma, ma più piccola di dimensioni, a quelle su cui aveva lavorato fino a quel momento e costruite nel New England. A Samson spesso piace fare credere di essere discendente del capitano James Cook, che visitò l'arcipelago di Tonga a fine '700. 
La sua famiglia è stata l'ultima a continuare la caccia alle balene, fino agli anni '50. Con la modernizzazione portata dall'introduzione delle lampade a petrolio e soprattutto dall'elettricità la caccia alle balene non era più redditizia per chi la svolgeva, la carne veniva venduta per poco o regalata, perché non c'era modo di conservarla a lungo, mentre l'olio che veniva ricavato dalla bollitura del grasso aveva un notevole valore commerciale. 
Samson Cook risiede sul lungomare della capitale ed ora si occupa della vendita di conchiglie, soprattutto grosse tridacne (giant clams) che a Tonga sono usate per svariate applicazioni, dalla bordatura dei giardini a decorazione dei muri a contenitore di cibo e anche a posacenere. Non acquistatele perché al di fuori di Tonga, dove in alcune zone è ancora permesso raccoglierle, sono una specie protetta e rischiate multe salatissime. Samson è diventato pure un predicatore wesleyano. Ha alcune foto d'epoca che descrivono gli avvicinamenti con le canoe e le lance ed ha ancora gli arpioni utilizzati per la caccia. Una chiacchierata con lui, anche se parla un inglese approssimativo, e' molto interessante e piacevole. Potete anche vederlo per le vie del centro di Nuku'alofa con una bicicletta color viola. A lui e ad un'altro Tongano di Mounu (arcipelago di Vava'u) è dedicato un capitolo del libro "In search of Moby Dick - Quest for the White Whale"  di Tim Severin (in Italia "Alla ricerca di Moby Dick" edizioni  Feltrinelli Traveller).


baleniera Tongana dei primi anni '900

al ritorno dalla caccia la divisione della carne (circa 1950)

Ufficio del Turismo di Tonga in Italia
e-mail: info@tongaturismo.info